Interventi di Manutenzione


La Ditta Magnani da più di 45 anni é al servizio dei suoi Clienti per garantire interventi di manutenzione di qualità, intervenendo sempre con la massima trasparenza ed utilizzando da sempre ricambi originali Immergas e attrezzature adeguate.
Ogni giorno la Ditta Magnani é a completa disposizione dei suoi Clienti, e con rapidità, cortesia e professionalità, offre interventi di manutenzione per:

In cosa consiste la manutenzione ordinaria?

La prova di combustione?


Gli obblighi di manutenzione e le modalità di verifica e controllo da parte della Provincia.

La Provincia di Modena ha da tempo attivato la procedura di controllo degli impianti termici ubicati nell'ambito territoriale di sua competenza, ai sensi dell'art. 31 della legge 10/91 e dell'art. 11 del dpr 412/93. A tale proposito, la Provincia di Modena ha definito una procedura univoca e di sicuro riferimento per l'assolvimento dei compiti previsti da queste normative.
Gli ultimi provvedimenti nel settore del risparmio energetico prevedono, infatti, l'obbligo della manutenzione degli impianti termici.

Obbligo di manutenzione

L'art. 11 del dpr 412/93, stabilisce che i Comuni con più di quarantamila abitanti e le Province per la restante parte del territorio debbano effettuare, con cadenza almeno biennale e con onere a carico degli utenti, i controlli necessari ad accertare l'effettivo stato di manutenzione e di esercizio dell'impianto termico.
Per gli impianti termici con potenza termica al focolare fino a 35 kW, la Provincia di Modena ha stabilito che i controlli si intendono effettuati qualora i responsabili degli impianti inviino ogni due anni, pagando un "ticket" a favore dell'Ente, una dichiarazione (allegato G - rapporto di manutenzione e controllo rilasciato dal manutentore) attestante il rispetto alle norme vigenti.
La Provincia di Modena comunque effettuerà, ogni anno, almeno il 16% delle verifiche a campione sugli impianti autodichiarati, senza alcun onere aggiuntivo a carico dei responsabili.

I Controlli all'Impianto

Gli impianti termici sotto i 35 kW non dichiarati o dichiarati in modo non conforme alle norme di legge, nonchè tutti gli altri impianti di potenzialità superiore, saranno controllati a tappeto e a titolo oneroso per il responsabile.
Tale adempimento non deve essere assolutamente considerato, dall'utente, un impegno economico che si va ad aggiungere alla gestione del proprio impianto termico, in quanto una scrupolosa manutenzione ed un'attenta verifica dello stesso può garantire, oltre ad un notevole miglioramento delle condizioni di sicurezza dell'impianto di riscaldamento, una sensibile riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera ed un notevole risparmio sui consumi energetici.
Ne consegue un risparmio economico tale da poter abbattere i costi sopportati per tali operazioni.
Ai sensi dell'art. 34, comma 5 della legge 10/91, il responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto termico, in caso di mancato rispetto delle norme di manutenzione e di esercizio, è soggetto alle sanzioni previste dalla legge, da € 516,46 a € 2.582,28.